Il Forum Permanente sull’estrema povertà nel mondo
Refuser la misère

Il Forum permanente sull’estrema povertà nel mondo, oggi  Forum du refus de la misère (Forum del rifiuto della miseria), permette una condivisione di esperienze grazie ad uno scambio della corrispondenza web con persone che agiscono, investono e si impegnano personalmente – e molto spesso nell’ombra – tra le popolazioni povere dei loro paesi.

Il Forum é una rete di persone, cittadini impegnati nelle loro società, alcuni operano attraverso diversi organismi (associazioni, università, istanze pubbliche…), per il futuro delle persone e delle  famiglie molto povere. Sono presenti in un centinaio di paesi, in tutti i continenti.

I corrispondenti internauti sono di tutte le età, nazionalità, appartenenze religiose, filosofiche, culturali o etniche. Ciò che li unisce è il loro impegno e la loro volontà di accrescere un’amicizia e una conoscenza a partire da quello che loro apprendono dalle popolazioni povere e molto povere: quelle popolazioni che accumulano precarietà a livello scolastico, alloggiativo, lavorativo, sanitario, culturale, proprio quelle, sono le più reiette e le più criticate.

Una corrispondenza personalzzata é mantenuta con uomini e donne che discutono delle loro azioni,  dei loro impegni e delle domande che essi si pongono. Alcuni brani di questa corrispondenza sono resi accessibili a tutti grazie alla « Letter to Friends around the World ». Quindi, qualcuno che vive nelle Philippine, per esempio, può scoprire e imparare qualcosa relativa all’impegno di una persona in Senegal, e può forse attingervi incoraggiamento , idee.

Alcuni di questi corrispondenti custodiscono la propria identità ed i propri obiettivi.

Dalla creazione del Forum, migliaia di persone sono diventate lettrici della «Letters to Friends around the World » ed alcuni, corrispondenti costanti. Essi hanno arricchito con la loro condivisione, i loro contributi, molti altri uomini e donne in tutto il mondo. La maggior parte della posta ricevuta dal Forum testimonia di tanta generosità ed umanità, ma anche di grandi sofferenze e solitudini.

Un certo  numero di corrispondenti non ha accesso ad Internet. Anche l’inoltro della posta é talvolta un problema. La preoccupazione di queste persone di essere legate ad altre, le motiva per compiere sforzi importanti per comunicare. L’ambizione del Forum del rifiuto della miseria é di farli partecipare a questo stesso spazio di scambio, a questo stesso mondo, anche se sono in luoghi arretrati o se non hanno molti mezzi.