L’iniziatore di questa giornata: padre Joseph Wresinski (1917-1988)
Refuser la misère

All' origine di questa Giornata: un uomo che ha vissuto l' estrema povertà.

Nato da padre polacco e madre spagnola, il 12 febbario 1917, il bambino Joseph crebbe in un quartiere molto povero a Angers, Francia. E' ordinato sacerdote il 29 giugno 1946, a Soisson. Curato nella parrocchia operaia e rurale, per dieci anni, nel dipartimento di Aisne, il suo vescovo gli propone nel 1956 di raggiungere un campo di senza tetto, a Noisy-le -Grand (nella regione parigina).

Il 14 luglio 1956, raggiunge le 252 famiglie riunite nel campo dei senza alloggio. Prova un vero choc. “Quel giorno li' sono caduto in disgrazia”, scriverà più tardi. D'ora in poi, consacrerà tutte le sue forze a far conoscere questo popolo che fa questua di dignità, un popolo con un pensiero ed una esperienza unica, indispensabili alla società. “Sono stato ossessionato dall' idea che mai queste famiglie sarebbero uscite dalla miseria anche per molto tempo, se non sarebbero state accolte nel loro insieme, in qualità di popolo, laddove gli altri uomini discutevano. Mi sono promesso che se fossi rimasto, avrei fatto in modo che queste famiglie potessero salire i gradini del Vaticano, dell' Eliseo, dell' ONU...”

A Noisy le Grand, proporrà alle famiglie di creare un giardino per bambini ed una biblioteca.

Non é di tanto cibo, di vestiti che questa gente aveva bisogno, ma di dignità, di non dipendere più dal ben volere altrui”. Una cappella, un atelier per giovani ed adulti, una lavenderia, un salone di bellezza per le donne, dovranno esser realizzati poco a poco. Con le famiglie che vivono a Noisy le Grand, padre Joseph Wresinski, creerà un' associazione che diventerà “ Aide à Toute Détresse” (ATD) - cioé aiuto a tutta la miseria-.

Una certezza anima padre Joseph: ”La miseria é opera degli uomini, solo gli uomini posso distruggerla”.

Joseph Wrésinski
Joseph Wrésinski

Uomini e donne di tutti gli orizzonti li raggiunsero lentamente. Alcuni, venendo da numerosi paesi, scelsero di impegnare il loro futuro con i più poveri. Cosi' nasce il volontariato permanente del Mouvement ATD Quart Monde (Movimento ATD Quarto Mondo).

Membro del Consiglio economico e sociale della Repubblica Francese dal 1979, padre Wresinki redigerà un Rapporto che avrà importanti ripercussioni sociali e politiche attraverso l' Europa e nel mondo.

Intitolato "Grande pauvreté et précarité économique et sociale" (Grande povertà e precarietà economica e sociale), questo rapporto fu adottato l' 11 febbario 1987 . Per la prima volta, il popolo del Quarto Mondo si esprime ufficialmente attraverso la voce di uno dei suoi. Il Rapporto riconobbe la miseria come violazione dei diritti umani. Fu proclamato che non era possibile sopprimere l' estrema povertà senza associare di primo acchito i più poveri come interlocutori.

Qualche mese dopo, il 17 ottobre 1987, a Parigi, rispondendo all' appello di padre Wresinski, più di 100.000 persone espressero la necessità di unirsi per far rispettare i diritti dell' uomo, riunendosi attorno al Sagrato del Trocadero, nel luogo dove fu firmata la Dichiarazione Universale dei Diritti dell' Uomo.

In questa occasione , fu incisa una lapide, la quale afferma che i più poveri sono i creatori di un' umanità fraterna.

Vi si puo' leggere l' appello di padre Joseph:LADDOVE GLI UOMINI SONO CONDANNATI A VIVERE NELLA MISERIA, I DIRITTI DELL’UOMO SONO VIOLATI. UNIRSI PER FARLI RISPETTARE E’ UN DOVERE SACRO.”

Questo raduno ha istituito il 17 ottobre, Giornata Mondiale del Rifuto della Miseria. Tale Giornata é stata riconosciuta ufficialmente dalle Nazioni Unite il 22 dicembre 1992.

Il 14 febbraio 1988, padre Joseph Wresinski muore. E' inumato a Méry-sur-Oise (Val d'Oise, Francia), dove si trova il centro internazionale del Movimento ATD Quart Monde. Il suo nome é legato ormai alla liberazione dei più poveri, di cui, durante tutta la sua vita, é stato un autentico rappresentante. Il Centro Internazionale Joseph Wresinski di Baillet-en- France (Val d' Oise) riunisce tutte le sue pubblicazioni e gli scritti e contribuisce a espandere il suo messaggio in tutto il mondo.

Parole chiave