Quarto incontro del Comitato internazionale 17 ottobre, presso le Nazioni Unite (New York)
Refuser la misère

Durante la sessione di apertura di questi due giorni di incontro, patrocinati dalla Missione permanente di Francia e del Burkina Faso presso le Nazioni Unite, Cassam Uteem ha ricordato ai partecipanti che la comunità internazionale ha bisogno di ascoltare e di comprendere le persone che vivono nella miseria. Loro già stanno lottando contro l’estrema povertà e sono esperti il cui apporto è fondamentale.

Il 17 ottobre, Giornata mondiale del rifiuto della miseria, è un appello rivolto a tutti affinché si uniscano contro la miseria,  in solidarietà con donne e uomini che ne sono vittime. Una delle partecipanti, la Signora Jean Stallings ha condiviso la sua riflessione: "Con la mia esperienza con la miseria, io so cosa vuole dire esser umiliata, esser sminuita... Prendere la parola in pubblico ci permettere di sentire la nostra dignità. Questo non è semplicemente il 17 ottobre, ma è durante tutto il corso dell’anno che si devono ascoltare le persone che vivono nella miseria."

Poiché è composto da persone che provengono da orizzonti molto differenti, comprese le persone che hanno una esperienza con la miseria, il  Comitato internazionale 17 Ottobre  apre così la via alla comunità internazionale.  

International Committee for October 17 - group photo
 

Il Comitato ha accolto invitati di New-Orleans (Stati Uniti) - Imam Rafeeq H. Numan e Robert Mauss. Salehe Seif, originario della Tanzania, che lavora attualmente a New-Orleans, è stato ugualmente presente, come lo fu Julie Huberdeau, di Montréal (Quebec) Canada. Hanno contribuito ai lavori del comitato ed hanno sottolineato l’ importanza dell’internazionalizzazione del 17 Ottobre. I partecipanti hanno allo stesso modo sottolineato l’ importanza della sensibilizzazione verso il 17 Ottobre, per manifestare quello che le persone che vivono  nella povertà sono capaci di fare, per onorare il loro coraggio e la loro forza.

Il 4 maggio 2012, Cassam Uteem,  già Presidente della Repubblica delle Mauritius, ha rimesso la presidenza del Comitato internazionale 17 Ottobre nelle mani di Donald Lee, precedentemente nel Dipartimento degli affari economici e sociali dell’Organizzazione delle Nazioni Unite. Il Comitato internazionale 17 Ottobre ha ugualmente accolto dei nuovi membri,  José Ramos-Horta, già presidente di Timor est, premio Nobel per la Pace nel 1993, e Antoine Corgier, dalla Francia, che ha una lunga storia di impegno con le persone che vivono nella povertà.

Parole chiave