Ogni comportamento, ogni gesto, ha la sua importanza per combattere la miseria e l'esclusione. Esistono diversi modi di agire, qualunque siano le nostre competenze e disponibilità. Questi messaggi, queste testimonianze, sono tanto l'espressione di un impegno personale quanto di uno collettivo. Non esitate ad apportare il vostro contributo.

Le testimonianze sono pubblicate sotto la responsabilità dei loro autori. Verranno pubblicate solo se rispettano nella forma e nel contenuto lo spirito della giornata, cosi come viene definito nella Plateforme pour le 17 octobre.

Dichiarazione del Presidente Mattarella

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rilasciato la seguente dichiarazione:

«Nel ventiseiesimo anniversario della Giornata delle Nazioni Unite dedicata alla lotta alla povertà, desidero esprimere il mio apprezzamento a coloro che si battono per liberare il mondo da una piaga inaccettabile per il nostro tempo, ancora contrassegnato da squilibri planetari.

Gli impegni assunti con la Dichiarazione del Millennio, e il rispetto degli obiettivi di sviluppo sostenibile approvati dall'Assemblea delle Nazioni Unite nel settembre 2015, hanno portato alcuni significativi miglioramenti nella vita di milioni di persone. 

La povertà globale continua a decrescere; sempre più individui si sono visti garantire l'accesso a fonti d'acqua; un maggior numero di bambini frequenta le scuole primarie; infine una serie di investimenti mirati alla lotta contro la malaria, l'aids e la tubercolosi hanno salvato migliaia di uomini e donne.  Tutto questo lascia, tuttavia, inalterata la dimensione di una sfida che riguarda lo stesso destino futuro dell'umanità, con nuove e vecchie piaghe che si affacciano.

E' indispensabile, in questo senso, che ciascun Paese raddoppi i propri sforzi per porre fine alla malnutrizione, all'emarginazione sociale, alla malattia, contribuendo a dare migliori prospettive a quanti sono più esposti alle epidemie e alle calamità, agli effetti del cambiamento climatico, ai più deboli, alle donne e ai bambini.

Nella stessa Europa le disuguaglianze si sono approfondite e la forbice sociale si è ampliata.  In Italia sia i casi di povertà assoluta, sia i casi di povertà relativa sono aumentati.

Per questo è indispensabile, a tutti i livelli, continuare con politiche di sostegno a quanti vivono in povertà o vi sono fortemente esposti. Gli interventi devono avere la capacità di tradursi in un investimento sulle persone, sulle loro abilità e la loro formazione, al fine di promuovere un percorso di crescita individuale e di evitare che la povertà si traduca in crescente marginalità sociale».

Roma, 17/10/2018

https://www.quirinale.it/elementi/18258

_*_*_*_*_*_*

The President of the Republic, Sergio Mattarella, has issued the following declaration:

"On the 26th anniversary of the United Nations international day for the eradication of poverty, I wish to express my appreciation to those who are striving to free the world from an unacceptable plague for our time, which is still marked by planetary imbalances.

The commitments made with the Millennium Declaration, and the respect for sustainable development goals approved by the UN Assembly in September 2015, have brought some significant improvements to the lives of millions of people.

Global poverty continues to decrease; more and more individuals have been given access to water sources; a greater number of children attend primary schools; lastly, a series of investments aimed at fighting malaria, aids and tuberculosis have saved thousands of men and women.

However, this does not alter the context of a challenge that concerns the future destiny of humanity, with plagues both old and new.

Thus, it is essential that every country intensify its efforts to end malnutrition, social exclusion and disease, contributing to give better prospects to those who are more exposed to epidemics and disasters, to the effects of climate change, to the weakest, to women and children.

Within Europe itself, inequalities have deepened and the social gap has widened.

In Italy, both cases of absolute poverty and cases of relative poverty have increased.

This is why it is essential, at all levels, to carry on with policies that support those who live in poverty or are greatly exposed to it. Interventions must be able to translate into an investment in people, their skills and their training, in order to promote individual growth and prevent poverty from resulting in increased social marginality”.

Roma, 17/10/2018

https://www.quirinale.it/elementi/18257

Jean Tonglet - ATD QM Italia